Skip to content.
Richiedi una demo
Richiedi una demo

Respetamos su privacidad y no compartiremos su información con terceros. Vea nuestra declaración de privacidad.

Grazie per l’interesse per NAVEX. Ci metteremo in contatto con voi a breve. Se avete domande immediate, contattateci al numero +44 (0)20 8939 1650.

Rischio di terze parti

Problematiche di gestione dei rischi associati alla supply chain e alle parti esterne

Nel XXI secolo, fare impresa comporta inevitabilmente interazioni con altre parti. Le aziende collaborano con moltissimi fornitori, che svolgono funzioni sempre più business-critical. A prescindere dalla portata o dall’ambito del programma di gestione del rischio associato ai fornitori, i rischi nei confronti dei terzi rimangono sempre e comunque a carico dell’azienda.

Agenzie come l’ufficio britannico per le gravi frodi finanziarie, l’agenzia nazionale anticorruzione francese e il Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti attribuiscono la massima priorità all’applicazione, imponendo alle aziende l’esecuzione di procedure coerenti di onboarding, verifica delle credenziali, screening e monitoraggio di tutte le parti esterne, per tenere il passo con le normative. Tuttavia, oggi la gestione dei fornitori non si limita più alle attività di screening e monitoraggio per quanto riguarda tangenti e corruzione. Sicurezza informatica, protezione dei dati e molestie sessuali sono solo alcuni dei nuovi problemi affrontati dai sistemi di gestione dei fornitori per proteggere le aziende da violazioni della sicurezza, molestie nell’ambiente di lavoro e altri problemi lungo l’intera supply chain.

Sostanzialmente, la gestione dei fornitori diventa sempre più complessa di pari passo con l’aumento del numero e della diversità delle parti esterne. Settore, area geografica, valore dei contratti e rapporti con i governi sono tutti aspetti che aumentano il numero delle tipologie di rischio e impongono alle aziende di mantenere visibilità e controllo diretto sulle relazioni con terzi. Per proteggere l’azienda da rischi legali e di immagine e per difendere una reputazione costruita con anni di duro lavoro, è necessario un efficace programma di gestione del rischio di terze parti.

COSA SERVE

Approccio basato sul rischio

Una gestione globale del rischio associato ai fornitori deve privilegiare le iniziative basate sul profilo di rischio unico dell’azienda.

Monitoraggio continuo

Una soluzione semplice per identificare e gestire il rischio prima che diventi un problema consiste nel valutare l’integrità relativa di ogni singolo rapporto esterno.

**Gestione centralizzata **

Accesso condiviso con l’intera azienda, dotato di processi, report e flussi di lavoro uniformi per gli interlocutori principali.

Automazione

Un processo che consenta di automatizzare le attività di onboarding, revisione, screening e monitoraggio delle singole parti esterne, con modalità coerenti, tracciabili ed efficienti in termini di tempo.

Sostenibilità

Un sistema in grado di acquisire, memorizzare e recuperare informazioni importanti sulla supply chain e i fornitori.

Alta visibilità

Accesso alle informazioni da parte di tutti i team e di tutte le sedi, per consolidare e ottenere visibilità su tutte le attività di terzi.

Possibili azioni da intraprendere per realizzare un efficace programma di gestione del rischio di terzi

Fase 1

Definire il rischio per l’azienda in base al settore, all’ambiente normativo, al numero di terze parti e ad altri fattori, per definire il proprio profilo di rischio.

Fase 2

Eseguire lo screening di tutte le controparti esterne valutando il profilo di rischio dell’azienda, la pubblicità negativa sui media, le persone politicamente esposte e gli elenchi delle sanzioni.

Fase 3

Attribuire la massima priorità ai terzi che presentano un rischio superiore a causa della posizione geografica, del tipo di attività, del valore dei contratti e dei rapporti con i governi. Effettuare lo screening dei risultati e, se necessario, eseguire controlli di due diligence aggiuntivi per proteggere l’azienda.

Fase 4

Centralizzare la gestione dei rapporti esterni in una singola soluzione dedicata per la gestione del rischio di terzi.